UTILIZZO DEI LAVORATORI SOMMINISTRATI

18 dicembre 2019

Entro il 31/01 bisogna comunicarlo ai sindacati 

Le aziende che nel 2018 hanno impiegato lavoratori tramite le agenzie di somministrazione, devono comunicare il numero dei contratti conclusi, la durata, il numero e la qualifica entro il 31 gennaio 2019.

Destinatari della comunicazione obbligatoria sono le rappresentanze sindacali aziendali (RSA), ovvero la rappresentanza sindacale unitaria (RSU) o, in mancanza, gli organismi territoriali di categoria.

La comunicazione deve essere riferita ai contratti di somministrazione stipulati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019 e deve contenere i seguenti dati:

  • il numero dei contratti di somministrazione di lavoro conclusi;
  • la durata dei contratti di somministrazione;
  • il numero e la qualifica dei lavoratori impiegati.

La comunicazione non deve prevedere il nome del lavoratore somministrato, ma solo il dato numerico.

L’invio può avvenire tramite:

  • consegna a mano;
  • raccomandata con ricevuta di ritorno;
  • posta elettronica certificata (PEC).

Di norma, sono le Agenzie di Somministrazione che comunicano i dati all’azienda utilizzatrice.

Tuttavia, qualora l’azienda non abbia ricevuto alcuna comunicazione nelle prime settimane di gennaio, si consiglia di sollecitarne l’invio al fine di non incorrere nella sanzione prevista in caso di mancata comunicazione che varia da 250 a 1.250 euro.

Giova ricordare che i lavoratori somministrati devono essere obbligatoriamente registrati nel LUL (Libro Unico del Lavoro) all’inizio ed alla fine dell’impiego presso l’azienda utilizzatrice.

Lo Studio rimane a disposizione per ogni eventuale chiarimento e per fornire, alle aziende interessate, il modello da inviare alle organizzazioni sindacali.

 

Archivio news

 

News dello studio

giu5

05/06/2020

DECRETO RILANCIO - PRINCIPALI DISPOSIZIONI PER IL LAVORO

In data 20 maggio 2020 è entrato in vigore il D.L. n. 34 del 19 maggio 2020, avente per oggetto misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche

mag3

03/05/2020

Rimborsi del 100% per proteggersi dal Covid

Per i dispositivi di protezione individuale il contributo è concesso solo su spese già effettuate alla data di invio della domanda e se le fatture sono state pagate in modalità tracciabile. Al

mag2

02/05/2020

COVID-19 Siglato il Protocollo per la sicurezza nelle aziende

A partire dal 4 maggio 2020, la ripresa delle attività produttive potrà avvenire solamente in presenza di condizioni che assicurino alle persone che lavorano adeguati livelli di protezione. E’