Rilevazione della temperatura nei luoghi di lavoro: utilizzo della termocamera

La rilevazione della temperatura rappresenta uno strumento utile per la prevenzione del contagio da Covid-19 nei luoghi di lavoro; l'INAIL ha pubblicato un documento riguardante le istruzioni da seguire per la corretta misurazione della temperatura corporea mediante termocamera, strumento da affiancare alle altre misure per la prevenzione del contagio da Covid-19 nei luoghi di lavoro.

Di seguito le indicazioni operative per la corretta misurazione della temperatura:

  • la temperatura dell'ambiente presso cui si svolge la misurazione dovrebbe essere compresa tra 18-24 °C e l'umidità relativa inferiore al 50%;
  • per limitare l'influenza di fattori esterni è necessario:
    1. evitare sfondi riflettenti (ad es. vetri, specchi, superfici metalliche) per ridurre al minimo la radiazione infrarossa riflessa;
    2. utilizzare il dispositivo in una stanza senza correnti d'aria, lontano dalla luce solare diretta e da calore radiante (ad es. stufe portatili, radiatori e pompe di calore, ecc.);
    3. evitare una forte illuminazione (ad es. lampade a incandescenza ed alogene);
  • l'operatore addetto deve essere correttamente formato all'utilizzo di apparati termografici per lo screening della temperatura umana;
  • l'apparato termografico deve rispettare gli standard di qualità del prodotto;
  • eseguire periodiche calibrazioni secondo la tempistica suggerita dal produttore;
  • controllare le istruzioni del produttore per determinare se sia necessario l'utilizzo di un corpo nero calibrato come sorgente di riferimento per migliorare l'accuratezza dei risultati. In tal caso la sorgente di riferimento ed il volto dell'individuo devono essere entrambi presenti nel campo visivo della termocamera;
  • azionare il dispositivo 30 minuti prima dell'uso per ottenere la condizione di equilibrio termico con l'ambiente di misura o, se non è possibile (ad es. per dispositivi dotati di spegnimento automatico), far permanere lo strumento per 30 minuti nell'ambiente di misurazione;
  • verificare che l'uso di particolari indumenti (cappelli, sciarpe, bandane, ecc.), dispositivi (occhiali) e cosmetici non alteri la misurazione della temperatura rilevata;
  • il soggetto deve acclimatarsi alla temperatura dell'ambiente prima di eseguire la misurazione;
  • effettuare la misurazione della temperatura per singoli individui;
  • la persona deve posizionarsi di fronte alla termocamera a una distanza tale da rispettare la messa a fuoco del dispositivo, in accordo con le istruzioni del produttore;
  • includere l'intero viso della persona nel campo visivo del dispositivo, orientando la termocamera in modo che sia perpendicolare al volto dell'individuo sottoposto a screening;
  • nel caso di utilizzo di una sorgente esterna di riferimento della temperatura, verificare che sia il corpo nero che il viso della persona rientrino nel campo visivo della termocamera in modo che siano entrambi alla distanza focale ottimale e che, durante la misurazione, la sorgente stessa risulti sempre visibile nell'inquadratura;
  • in caso di temperatura alterata, il soggetto deve essere preso in carico dal personale preposto per gli approfondimenti opportuni.

Ultime Notizie

Collocamento obbligatorio: adempimenti con esonero più costoso da gennaio 2022

Scade il 31 gennaio 2022 il termine per la trasmissione in via telematica del prospetto informativo disabili, con il quale i datori di lavoro comunicano la propria situazione occupazionale al 31 dicembre...

Assicurazione lavoro domestico: scadenza al 31.1.2022 per assicurare l’infortu…

Il 31 gennaio 2022 scade il termine per effettuare il pagamento dell’importo annuale della polizza obbligatoria dell’assicurazione contro gli infortuni domestici (cd."assicurazione casalinghe"). È obbligato ad assicurarsi contro gli infortuni in ambito domestico...

Green pass: l’elenco delle attività per cui non sarà richiesto dal 1° febbr…

È stato firmato il 21 gennaio 2022, il Dpcm che individua le esigenze essenziali e primarie della persona per soddisfare le quali non è richiesto il possesso del Green Pass. In particolare...

Uso del contante: nuovo limite per i pagamenti cash

Il decreto fiscale collegato alla legge di “Bilancio 2020” ha ridotto il limite per l’utilizzo di denaro contante e titoli al portatore per i cittadini residenti in Italia che, dal...

Assegno unico universale: proroga al 28 febbraio e comunicazione ai lavoratori

Come già ampiamente illustrato nelle nostre precedenti circolari, sulla Gazzetta Ufficiale n. 309/2021 è stato pubblicato il decreto legislativo n. 230/2021 con il quale il Governo, ha istituito, a decorrere...

Certificazione Unica: Comunicazione riservata ai Clienti dello Studio

Gentile Cliente, anche quest’anno, il datore di lavoro, in quanto sostituto di imposta, è tenuto a rilasciare al contribuente, entro il 16 marzo 2022 la Certificazione Unica (CU) per attestare: i...

Limitazioni Covid: la mappa aggiornata delle zone a rischio

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 11 del 15 gennaio 2022, è stata pubblicata l’Ordinanza 14 gennaio 2022, con la quale il Ministro della salute ha disposto a partire dal 17 gennaio...

Congedi paternità 2022 e altri sostegni alle lavoratrici madri: le prime istruz…

Tra le misure previste dalla legge di Bilancio ve ne sono alcune rivolte al sostegno della maternità e paternità che si affiancano all’attuazione dell’Assegno unico universale – preso in esame...

Ministero del lavoro: le raccomandazioni per l’utilizzo del lavoro agile

Con la circolare del 5 gennaio 2022, il Ministero del lavoro, a seguito del protrarsi dello stato di emergenza, raccomanda il massimo utilizzo del “lavoro agile” per le attività del...

Al via l’indennità per la disoccupazione involontaria dei lavoratori autonomi…

L’INPS, con la Circolare n. 8/2021, ha fornito le istruzioni in merito all’indennità per la disoccupazione a favore dei lavoratori autonomi dello spettacolo (ALAS) per gli eventi di cessazione involontaria intervenuti a...