Differimento degli adempimenti contributivi per ferie collettive

Come ogni anno, anche in questo momento di particolare crisi, resta valido il termine per inviare la richiesta di differimento dei versamenti contributivi in caso di chiusura aziendale per ferie collettive.

La richiesta deve essere inviata all'INPS entro il 31 maggio 2021.

Per ferie collettive si intende il periodo di chiusura dell'azienda che la proprietà decide di effettuare per motivi di opportunità organizzativa e commerciale, in cui vengono garantite le ferie a tutti i dipendenti delle varie unità, reparti e sedi.

Il concetto di ferie collettive è applicabile anche se nel periodo sia comunque necessaria la presenza di personale preposto alla manutenzione degli impianti o personale addetto a lavorazioni che si effettuino a ciclo continuo, purché la generalità del personale rimanente usufruisca invece del periodo di riposo per ferie.

Il differimento per ferie collettive è possibile solo una volta nel corso dell’anno e non può mai superare il mese di durata.

Le domande possono riguardare anche periodi diversi da quello estivo e vengono esaminate dalla sede Inps competente per territorio.

In genere, il termine di cui viene chiesto il differimento è quello del 20 agosto (relativo al mese di luglio).  In questo caso il versamento dei contributi di luglio andrà poi eseguito entro il 16 settembre e la presentazione del flusso UNIEMENS dovrà avvenire entro il 30 settembre.

Da notare che il versamento dei contributi dovrà essere effettuato in unica soluzione entro il termine differito con la maggiorazione degli interessi di dilazione. 

Il termine del 31 maggio in realtà non è perentorio: Le richieste possono essere presentate anche successivamente, presentando una giustificazione del ritardo nella comunicazione. 

L’Inps, con il messaggio 18 maggio 2012, n. 8609, ha fornito le istruzioni relative alla presentazione della richiesta di autorizzazione in questione.

Nello specifico, la domanda dovrà essere trasmessa telematicamente sul sito istituzionale dell’Inps, al seguente percorso: “Accesso ai servizi per aziende e consulenti” > "Servizi per le aziende ed i consulenti" > “Cassetto previdenziale contribuente – Comunicazioni on line – Crea Istanza - codice 445”.

A seguito dell’accoglimento dell’istanza, l’azienda otterrà l’autorizzazione di differimento dei termini ordinari per il versamento dei contributi tramite l’invio del flusso UniEmens.

In caso di eventuali difformità rispetto a quanto specificato nella domanda di presentazione ovvero di un'eventuale verifica da parte dell'istituto dell'effettiva chiusura/sospensione dell'impresa, l’istituto potrà annullare l’autorizzazione concessa e applicare le sanzioni amministrative previste.

Si precisa, tuttavia, che l’autorizzazione non è vincolante, in quanto l’impresa – pur avendo presentato la domanda di dilazione - potrà, in ogni caso, effettuare i versamenti entro i termini ordinari stabiliti dalla legge.

Ultime Notizie

Una tantum 200 euro in busta paga: cosa fare

Con la busta paga di luglio 2022 i datori di lavoro, privati e pubblici, con esclusione dei datori di lavoro domestico, dovranno erogare direttamente ai propri dipendenti il bonus di 200 euro, esentasse. La misura, prevista dal Governo a favore delle famiglie per fronteggiare...

Mod. 770: Circolare richiesta documentale

In prossimità della scadenza relativa alla compilazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta, in premessa si forniscono sintetiche informazioni circa le modalità inerenti alla compilazione delle due distinte dichiarazioni: Mod. 770/ SEMPLIFICATO...

Lavoratrici madri: disponibile on-line il modello per rassegnare le dimissioni n…

Il legislatore ha riconosciuto ai genitori lavoratori una particolare tutela nel caso in cui rassegnino le proprie dimissioni durante alcuni periodi di tempo considerati “protetti”. Questa forma di tutela dovrebbe scongiurare...

Mod. 730/2022: le scadenze, i conguagli e i controlli

Il sito dell'Agenzia delle entrate ha messo a disposizione il modello 730 precompilato, a partire dal 23 maggio. Trascorso il termine di 15 giorni, lo stesso può essere modificato, accettato ed inviato on...

Virus: non aprite le mail provenienti da hrservice@aemiliawork.net

Ci hanno avvisato che dall’account hrservice@aemiliawork.net vengono inviate mail contenenti un link da cui scaricare la documentazione. Avvisiamo che NON SONO MAIL CHE STIAMO INVIANDO NOI E MOLTO PROBABILMENTE SI TRATTA...

Permessi elettorali 2022: regole, assenze e busta paga

Domenica 12 giugno si vota per le amministrative e per cinque referendum abrogativi; rivediamo allora la disciplina dei permessi collegati alle assenze per attività elettorali, nell’ambito del rapporto di lavoro...

Decreto Aiuti: 200 euro una tantum, a chi spettano, come e quando

Il DL n. 50/2022 (c.d. Decreto Aiuti) ha introdotto, quale misura a sostegno dei consumatori, una indennità una tantum di 200 euro che i datori di lavoro dovranno riconoscere ai...

Bancomat: dal 30 giugno 2022 la sanzione per la mancata accettazione dei pagamen…

Sulla G.U. n. 100/2022 è stato pubblicato il DL n. 36 del 30/04/2022 che, tra le nuove disposizioni del PNRR, prevede l’anticipo al 30 giugno 2022 (in precedenza era il...

Bonus connettività: al via il voucher per aziende e professionisti

Il bonus connettività si allarga anche ai professionisti. Si parlerà anche di questa agevolazione nel convegno organizzato da Aemilia Worknet, venerdì 27 maggio alle ore 15:00 presso l’Hotel Cosmopolitan di Bologna. I professionisti...

Differimento degli adempimenti contributivi per ferie collettive

Come ogni anno, anche in questo momento di particolare crisi, resta valido il termine per inviare la richiesta di differimento dei versamenti contributivi in caso di chiusura aziendale per ferie...