Obbligo mascherina nel settore privato: le novità dal 1°luglio

Lo scorso 30 giugno è stato firmato dai Ministri del Lavoro, della Salute, dello Sviluppo economico, dall’Inail e dalle parti sociali, il nuovo Protocollo che aggiorna le misure per il contrasto al Covid 19 negli ambienti di lavoro privati.

Il precedente aggiornamento risaliva al 6 aprile 2021 e la sua applicazione scadeva proprio il 30 giugno.

Di seguito, si riportano le novità.

Le mascherine

Le disposizioni sono il frutto di linee guida volte ad agevolare le imprese nell'adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio, in cui l'utilizzo delle mascherine Ffp2 gioca un ruolo di fondamentale importanza.

In base al precedente Protocollo, infatti, i lavoratori dovevano utilizzare la mascherina chirurgica, mentre dal 1° luglio è previsto che il nuovo dispositivo di protezione sia la mascherina Ffp2, soprattutto in ambienti chiusi e condivisi da più lavoratori, così come anche nei luoghi aperti al pubblico, o comunque, dove non sia possibile, per la specificità delle attività lavorative, garantire il distanziamento di un metro.

In realtà, l'utilizzo delle mascherine è solo raccomandato, non sussistendo alcun obbligo in tal senso, ma essendo solo affidato al datore di lavoro il compito di individuare, assieme al medico competente ed in base alle specifiche mansioni, quei gruppi particolari di lavoratori ai quali dover fornire le mascherine, in special modo per quanto riguarda i soggetti fragili, indicati dal medico competente.

Per gli altri lavoratori, quindi, l'uso della mascherina è facoltativo.

Lavoratori fragili e smart working

In tale ottica lo smart working rappresenta, per i soggetti fragili, un valido strumento per contrastare il virus; le parti sociali auspicano che il governo proroghi la possibilità di ricorrere allo smart working emergenziale (ovvero senza necessità di accordo individuale) per tali categorie di lavoratori, almeno fino al prossimo 31 dicembre.

La prevenzione

Il Protocollo indica, altresì, la necessità, per il datore di lavoro, di fornire le informazioni ai lavoratori, e a chiunque entri nel luogo di lavoro, del rischio di contagio, delle modalità di ingresso nei luoghi di lavoro (con 37,5° non si può entrare in azienda), della gestione degli appalti, della pulizia e della sanificazione dei locali, nonché della gestione degli spazi comuni.

I lavoratori pubblici

Per i lavoratori della Pubblica Amministrazione sono confermate le disposizioni attualmente in vigore.

Appalti

In caso di appalti, il committente deve fornire all'impresa appaltatrice un'informativa completa del protocollo aziendale, nonché vigilare sul rispetto dello stesso da parte di tutti i lavoratori (quelli propri e quelli di aziende terze).

Viene, inoltre, stabilito che, in caso di positività di un lavoratore appartenente all’impresa appaltatrice, si debba immediatamente informare il committente, tramite il medico competente.

Visualizza l’allegato (Misure Anti Covid – Protocollo del 30 giugno 2022)

Ultime Notizie

CIGO: autorizzata quando il termometro supera i 35 gradi centigradi

Le alte temperature estive richiedono delle premure particolari da parte del datore di lavoro nell’ottica della tutela della salute dei lavoratori, al punto che il datore di lavoro o il...

Work-life balance: cosa cambia sui congedi parentali e di paternità

Nella Gazzetta Ufficiale n. 176 dello scorso 29 luglio è stato pubblicato il D.lgs. n. 105 del 30 giugno 2022, in attuazione di quanto disposto dalla direttiva (UE) 2019/1158 in...

Bonus psicologo 2022: al via la domanda all’Inps

Il decreto-legge n. 228/2021, convertito in legge n. 15/2022 riconosce un contributo economico per sostenere le spese relative a sessioni di psicoterapia fruibili presso specialisti privati regolarmente iscritti nell'elenco degli psicoterapeuti nell'ambito...

App “INPS Mobile": nuovo servizio Assegno unico e universale per i figli …

Con il messaggio n. 2925 del 22 luglio 2022, l’INPS ha reso noto che l’app “INPS Mobile” è stata arricchita con il nuovo servizio dedicato ai dispositivi mobili per la...

Decreto Aiuti: le principali novità per i datori di lavoro

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 164/2022 è stata pubblicata la legge n. 91/2022, di conversione del decreto-legge n. 50/2022 (c.d. Aiuti) in vigore dal 16 luglio 2022. L'approvazione definitiva del decreto mira a contrastare...

INPS: sospese le Note di rettifica e le Diffide di adempimento

L’INPS, con un comunicato stampa del 20 luglio 2022, ha reso noto che, al fin di agevolare gli adempimenti delle aziende e dei loro intermediari, a partire dal prossimo 25...

Agenzia delle Entrate: dal 16 luglio 2022 nuovi modelli per rateizzare le cartel…

L’Agenzia delle Entrate-Riscossione ha pubblicato, sul proprio sito istituzionale, la nuova modulistica, valida a partire dal 16 luglio 2022, per richiedere le rateazioni delle cartelle di pagamento in modo semplificato, ovvero...

Buono carburante: solo l’eccedenza di 200 euro concorre ai fringe benefit

Con la circolare n. 27/E, l’Agenzia delle Entrate ha fornito le indicazioni in relazione al c.d. “bonus carburante ai dipendenti”. L’art. 2 del DL n. 21/2022 ha previsto – solo per il...

Assunzioni: nuovi obblighi in arrivo per i datori di lavoro

Assunzioni: nuovi obblighi in arrivo per i datori di lavoro Il Consiglio dei ministri del 31 marzo scorso ha approvato lo schema di decreto legislativo che recepisce e attua la direttiva...

Una tantum 200 euro: on line il servizio per presentare la domanda

L’INPS, con il Messaggio n. 2580 del 27 giugno 2022, ha reso noto che è disponibile sul proprio sito istituzionale il servizio che consente la presentazione delle domande per la...