Assegno unico temporaneo: arriva il messaggio dell’Inps

In attesa del debutto dell’Assegno unico universale previsto a gennaio 2022, il decreto-legge n. 79/2021 ha inteso introdurre misure immediatamente efficaci, di durata temporanea, dirette a sostenere la genitorialità attraverso l’Assegno temporaneo (si veda in proposito ns. circolare del 5 giugno 2021).

L’Inps, con il messaggio n. 2371 del 22 giugno 2021, ha fornito le prime indicazioni sull’argomento, anticipando l’emissione di una specifica circolare di prossima pubblicazione.

Anzitutto va precisato che l’erogazione dell’Assegno temporaneo è prevista solo in presenza di due requisiti fondamentali:

  • la presenza nel nucleo di figli minori di 18 anni (inclusi i figli minori adottati e in affido);
  • lo status di disoccupato o lavoratore autonomo.

Dopodiché, per tutta la durata del beneficio, il richiedente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione europea, o suo familiare, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero essere cittadino di uno Stato non appartenente all’Unione europea in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o del permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca di durata almeno semestrale;
  • essere soggetto al pagamento dell’imposta sul reddito in Italia;
  • essere residente e domiciliato in Italia con i figli a carico sino al compimento del diciottesimo anno di età;
  • essere residente in Italia da almeno due anni, anche non continuativi, ovvero essere titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno semestrale.

Infine, il requisito economico dell’ISEE che, ai fini della domanda, non può superare la soglia dei cinquantamila euro.

L’indicatore ISEE è fondamentale non solo per stabilire se un determinato nucleo familiare abbia diritto o meno dell’assegno temporaneo, ma anche per individuarne il relativo importo che cambia in base a due varianti:

  • lo scaglione ISEE in cui si colloca il nucleo familiare;
  • il numero di figli minori per i quali spetta l’importo.

Presentazione delle domande

La domanda di assegno temporaneo deve essere presentata entro e non oltre il 31 dicembre 2021 e deve essere presentata una sola volta per ciascun figlio, attraverso i seguenti canali:

  • portale web, utilizzando l’apposito servizio raggiungibile direttamente dalla home page del sito www.inps.it, se si è in possesso del codice PIN rilasciato dall’Istituto entro il 1° ottobre 2020, oppure di SPID di livello 2 o superiore o una Carta di identità elettronica 3.0 (CIE), o una Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
  • Contact Center Integrato, chiamando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori);
  • gli Istituti di patronato, utilizzando i servizi offerti gratuitamente dagli stessi.

Per le domande presentate entro il 30 settembre 2021, vengono corrisposte le mensilità arretrate a partire dal mese di luglio 2021. Successivamente al 30 settembre, la decorrenza della misura corrisponde al mese di presentazione della domanda (con la perdita delle eventuali precedenti mensilità).

Misura dell’Assegno temporaneo

L’importo mensile dell’Assegno temporaneo spettante al nucleo familiare è determinato sulla base della tabella allegata, che individua i livelli di ISEE e gli importi mensili per ciascun figlio minore. In particolare, è prevista:

  • una soglia minima di ISEE fino a 7.000 euro, fino alla quale gli importi spettano in misura piena, pari a 167,5 euro per ciascun figlio in caso di nuclei con uno o due figli, ovvero a 217,8 euro per figlio in caso di nuclei più numerosi;
  • una soglia massima di ISEE pari a 50.000 euro, oltre la quale la misura non spetta.

Gli importi spettanti sono maggiorati di 50 euro per ciascun figlio minore disabile presente nel nucleo.

Bonus bebè e premio nascita

È vero che l’Assegno unico andrà a sostituire tutti i bonus per la famiglia oggi esistenti, ma è altrettanto vero che, almeno per l’anno 2021, si potrà fare ancora richiesta per questi due bonus.

Il Governo dovrà chiarire, nelle prossime settimane, i dubbi rispetto alle tempistiche di assorbimento dei vari bonus con l'Assegno unico universale.

Ultime Notizie

Green pass: Come organizzare l’attività di controllo

Il DL 23 luglio 2021 n. 105 ha introdotto l’obbligo del Green pass per l’accesso a determinate attività, servizi ed eventi, a decorrere dal 6 agosto 2021 e fino al...

Elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre: i permessi elettorali del lavoratore

Nei giorni 3 e 4 ottobre prossimi (domenica e lunedì) si terranno le elezioni amministrative che coinvolgeranno 1349 comuni italiani. L’eventuale ballottaggio è stato fissato per i giorni 17 e...

Green pass: obbligatorio per tutti i lavoratori

Il Consiglio dei Ministri, nella riunione del 16 settembre, ha approvato un ulteriore decreto legge che introduce misure urgenti al fine di prevenire la diffusione dell'infezione da Sars-CoV-2 mediante l'obbligo...

Mod. 770 2021: Richiesta documentale per i Clienti

Con il provvedimento del 15 gennaio, l'Agenzia delle Entrate ha approvato il modello 770/2021. Il modello deve essere utilizzato per comunicare i dati relativi alle ritenute operate dai sostitui d'imposta...

Malattia per quarantena Covid-19: l’Inps nega gli indennizzi per il 2021

Nell’ambito della normativa emergenziale Covid-19, l’art. 26, comma 1, del decreto-legge n. 18/2020 ha stabilito che il periodo trascorso in quarantena dei lavoratori dipendenti del settore privato è equiparato a...

Green Pass: obbligatorio nella mensa aziendale, ma non per lavorare

La certificazione verde Covid-19, (Green pass) è stata prevista come obbligatoria dall’art. 9 del decreto-legge n. 52/2021, inizialmente per una serie di attività funzionali agli spostamenti internazionali e poi per...

Green Pass: Controlli e sanzioni

Con la Circolare del 23 luglio scorso, abbiamo illustrato il nuovo decreto-legge, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica e per l'esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche.Tale decreto...

Green Pass obbligatorio dal 6 agosto e proroga dello stato di emergenza

Il Consiglio dei ministri, nella seduta del 22 luglio, ha deliberato un nuovo decreto legge, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica e per l'esercizio in sicurezza di attività sociali...

Chiusura dello Studio per il periodo estivo

Gentile Cliente, Le comunichiamo che le sedi di Aemilia Worknet rimarranno chiuse per ferie da sabato 14 a domenica 29 agosto ad eccezione della sede di Lido degli Estensi che sarà...

Rimborso 730/2021: con la scadenza del 30 settembre si allungano i tempi per i c…

Per i datori di lavoro le operazioni di conguaglio da modello 730 non inizieranno più da un periodo di paga predeterminato (con le retribuzioni di luglio), ma si collocheranno in...