Approvato il nuovo "Decreto Lavoro"

È stato pubblicato il decreto-legge 30 giugno 2021, n. 99, che introduce misure urgenti in materia:

  • fiscale;
  • di sostegno alle imprese;
  • di tutela del lavoro.

DI seguito si riassumono alcune delle disposizioni.

Fisco

Il provvedimento dispone la sospensione temporanea del programma “cashback” nel secondo semestre 2021. Le risorse non utilizzate saranno utilizzate per finanziare interventi di riforma in materia di ammortizzatori sociali;

Inoltre, è stabilita la proroga al 31 agosto dei termini di notifica delle cartelle esattoriali e degli avvisi esecutivi previsti dalla legge, relativi alle entrate tributarie e non tributarie, derivanti da:

  • cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione;
  • avvisi di accertamento esecutivi emessi dall’Agenzia delle Entrate di cui all’art. 29 del D.L. n. 78/2010;
  • avvisi di addebito emessi dall’INPS, di cui all’art. 30 del D.L. n. 78/2010.

Infine, si intende favorire l’utilizzo della moneta elettronica quale mezzo di contrasto all’evasione fiscale. A tal fine, sono previsti crediti di imposta per l’acquisto, l’utilizzo ed il noleggio di dispositivi elettronici (POS) e, per chi se ne avvale, l’azzeramento delle commissioni legate alle transazioni.

Sostegno all’impresa

Il decreto prevede il rifinanziamento della cosiddetta “Nuova Sabatini” – per un importo di 300 milioni di euro per il 2021 – finalizzato al sostegno di investimenti produttivi delle piccole e medie imprese per l’acquisto di beni strumentali.

Lavoro

È prevista la proroga – fino al 31 ottobre – del divieto di licenziamento nel settore della moda e del tessile allargato (codici ATECO 13, 14 e 15).

Tali aziende, qualora a decorrere dal 1° luglio 2021, sospendano o riducano l’attività lavorativa, possono presentare, per i lavoratori in forza alla data di entrata in vigore del decreto in esame, domanda di concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale (con causale Covid-19) per una durata massima di 17 settimane nel periodo compreso tra il 1° luglio 2021 ed il 31 ottobre 2021, con esclusione del versamento del contributo addizionale.

Per tutti gli altri settori, il decreto stabilisce che – a decorrere dal 1° luglio 2021 – le imprese che non possano più fruire della Cassa Integrazione Guadagli Straordinaria (CIGS), possano farlo in deroga, per 13 settimane, fino al 31 dicembre 2021. Il decreto, però, non fa menzione, in questo caso, ad alcuna esenzione dal contributo addizionale per il rispetto del divieto di licenziamento.

Nonostante il” blocco”, il datore di lavoro può, comunque, licenziare i lavoratori nei seguenti casi:

  • cessazione definitiva dell’attività di impresa;
  • cessazione conseguente alla messa in liquidazione della società senza continuazione, anche parziale, dell’attività, nei casi in cui, nel corso della liquidazione non si configuri la cessione di un complesso di beni o attività che possano configurare un trasferimento d’azienda o di un ramo di essa;
  • stipula di un accordo collettivo aziendale, con le organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale, che preveda un incentivo alla risoluzione del rapporto di lavoro;
  • fallimento della società, quando non sia previsto l’esercizio provvisorio dell’impresa o ne sia disposta la cessazione;
  • lavoratori già impiegati nell’appalto, che siano riassunti a seguito di subentro di nuovo appaltatore in forza di legge, di contratto collettivo nazionale di lavoro o di clausola del contratto di appalto.

Giova ricordare che, il datore di lavoro, può interrompere il rapporto di lavoro anche nelle seguenti ipotesi:

  • licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo;
  • licenziamento per mancato superamento del periodo di prova;
  • recesso per superamento del periodo di comporto;
  • licenziamento per sopraggiunti limiti di età anagrafica, ai fini dell’ottenimento della pensione di vecchiaia.

Il teso, inoltre, prevede l’istituzione di un “Fondo per il potenziamento delle competenze e la riqualificazione professionale” finalizzato al finanziamento di progetti formativi rivolti ai lavoratori beneficiari di trattamenti di integrazione salariale per i quali è programmata una riduzione dell’orario di lavoro superiore al 30%, calcolata in un periodo di 12 mesi, nonché ai percettori della Nuova prestazione di assicurazione sociale per l’impiego (NASPI).

Ultime Notizie

Green pass: Come organizzare l’attività di controllo

Il DL 23 luglio 2021 n. 105 ha introdotto l’obbligo del Green pass per l’accesso a determinate attività, servizi ed eventi, a decorrere dal 6 agosto 2021 e fino al...

Elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre: i permessi elettorali del lavoratore

Nei giorni 3 e 4 ottobre prossimi (domenica e lunedì) si terranno le elezioni amministrative che coinvolgeranno 1349 comuni italiani. L’eventuale ballottaggio è stato fissato per i giorni 17 e...

Green pass: obbligatorio per tutti i lavoratori

Il Consiglio dei Ministri, nella riunione del 16 settembre, ha approvato un ulteriore decreto legge che introduce misure urgenti al fine di prevenire la diffusione dell'infezione da Sars-CoV-2 mediante l'obbligo...

Mod. 770 2021: Richiesta documentale per i Clienti

Con il provvedimento del 15 gennaio, l'Agenzia delle Entrate ha approvato il modello 770/2021. Il modello deve essere utilizzato per comunicare i dati relativi alle ritenute operate dai sostitui d'imposta...

Malattia per quarantena Covid-19: l’Inps nega gli indennizzi per il 2021

Nell’ambito della normativa emergenziale Covid-19, l’art. 26, comma 1, del decreto-legge n. 18/2020 ha stabilito che il periodo trascorso in quarantena dei lavoratori dipendenti del settore privato è equiparato a...

Green Pass: obbligatorio nella mensa aziendale, ma non per lavorare

La certificazione verde Covid-19, (Green pass) è stata prevista come obbligatoria dall’art. 9 del decreto-legge n. 52/2021, inizialmente per una serie di attività funzionali agli spostamenti internazionali e poi per...

Green Pass: Controlli e sanzioni

Con la Circolare del 23 luglio scorso, abbiamo illustrato il nuovo decreto-legge, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica e per l'esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche.Tale decreto...

Green Pass obbligatorio dal 6 agosto e proroga dello stato di emergenza

Il Consiglio dei ministri, nella seduta del 22 luglio, ha deliberato un nuovo decreto legge, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica e per l'esercizio in sicurezza di attività sociali...

Chiusura dello Studio per il periodo estivo

Gentile Cliente, Le comunichiamo che le sedi di Aemilia Worknet rimarranno chiuse per ferie da sabato 14 a domenica 29 agosto ad eccezione della sede di Lido degli Estensi che sarà...

Rimborso 730/2021: con la scadenza del 30 settembre si allungano i tempi per i c…

Per i datori di lavoro le operazioni di conguaglio da modello 730 non inizieranno più da un periodo di paga predeterminato (con le retribuzioni di luglio), ma si collocheranno in...